Storia


Osvaldo Cariboni nasce a Colico (LC) nel 1881, primogenito di Giovanni Cariboni proprietario dell'albergo “Sport” con annessa officina.
E proprio questa officina sarà il nucleo originale di un’azienda di comprovata capacità di progettazione e realizzazione di prodotti sempre innovativi: dalla prima esperienza italiana di elettrificazione ferroviaria, a condotti sbarre per centrali elettriche; dalla morsettiera per linee ad alta tensione all'alimentazione di complessi sistemi di movimentazione; dai grandi proiettori per torri faro fino ad ogni tipo di apparecchio illuminante per esterno ed interno.

1902
Diplomatosi capotecnico meccanico, Osvaldo Cariboni prende servizio presso la società Ganz di Budapest (tra le più grandi multinazionali del settore di quell'epoca) che proprio in quel periodo stava realizzando la costruzione della linea ferroviaria elettrificata Lecco-Colico con diramazione a Sondrio e Chiavenna.

1904
I dirigenti della Ganz considerano Osvaldo Cariboni un tecnico di particolare valore al punto tale che l'anno seguente la Ganz propone al giovane Cariboni di recarsi prima negli Stati Uniti, poi in Canada, impegnandolo in importanti lavori di elettrificazione.

1908
Osvaldo Cariboni rientra in Italia e, lasciata la Ganz con la quale per anni manterrà importanti rapporti di collaborazione, nell'officina paterna di Colico inizia a produrre accessori per linee elettriche che apportano notevoli innovazioni su quanto appreso nelle esperienze precedenti. Nasce la ditta Cariboni.

1915
Viene aperta la fabbrica di Milano.

1923
Installa una propria sede a Messina.

1925
Si realizzano le nuove officine di Pescate (LC). Nel frattempo, con la fine degli anni venti entra “in servizio” la seconda generazione rappresentata dai figli Dino, Aldo, Enzo e Paride che nel 1936 lascerà i fratelli per dar vita all'omonima impresa di costruzioni.

1945
Nell'immediato dopoguerra vediamo la Cariboni tra i protagonisti, su tutto il territorio nazionale, per la "ricostruzione" degli impianti ferroviari e di produzione dell'energia elettrica danneggiati dagli eventi bellici.

1950
Osvaldo Cariboni "passa la mano" ai figli e la ditta diviene Società per Azioni. Lo sviluppo è incessante: verso la fine degli anni sessanta viene assorbita la ICES fabbrica di accessori per il segnalamento ferroviario e quindi l'Elettrocommerciale azienda specializzata nella commercializzazione di prodotti elettrici in genere.

1960
L'attività cantieristica presente in Sicilia dal lontano 1923 dà vita alla Cariboni Sud, con officine nei pressi di Milazzo, fabbrica specializzata nella costruzione di pali a traliccio per elettrodotti e grandi torri faro.

1965
Si verificano due importanti eventi: l'ingresso in azienda della terza generazione e l'acquisizione della F.I.R. Fabbrica Italiana Riflettori Gariboldi, con stabilimenti a Milano, considerata all'epoca primaria azienda italiana del settore illuminotecnica. Nasce così la Cariboni Illuminazione.
A partire da quel periodo inizia a svilupparsi in modo imponente il settore illuminotecnica, prima sotto la guida di Pio, prematuramente scomparso, poi sotto la guida di Dante e Elisa.

1986
Dante ed Elisa Cariboni inaugurano il nuovo quartier generale di Cariboni group ad Osnago (LC).

1993
Cariboni group acquisisce Fivep, importante attore del settore, nato dalla fusione tra Fidenza Vetraria, specializzata in apparecchi d’alta qualità destinati all’illuminazione esterna ed urbana, Pollice Illuminazione, particolarmente forte nella produzione di apparecchi di elevato contenuto tecnologico prestazionale e Soldi & Scati, leader nella produzione di apparecchi stradali per l’illuminazione di gallerie, quest’ultima acquisita dal gruppo nel 1994.

2000
Cariboni group è una delle prime realtà a credere ed investire nella produzione di apparecchi LED e ad accrescere le proprie conoscenze arrivando negli anni successivi ad avere una serie di prodotti per l’illuminazione esterna urbana, stradale, architetturale e funzionale, sulla base del know-how italiano in termini di illuminazione, design, ottica, elettronica, scienze dei materiali e tecnologie di produzione.

2009
In occasione dei 101 anni di storia Cariboni group illumina con sorgenti LED l’area espositiva e il perimetro esterno del Plessi Museum, primo esempio italiano di spazio museale in autostrada.

Oggi
Collaboriamo quotidianamente con i progettisti per l’illuminazione di piccoli borghi e grandi città: piste ciclabili e pedonali, percorsi veicolari, piazze, aree verdi e architetture; spazi per il lavoro e per il tempo libero, per la cultura e per il benessere, per lo sport e per la mobilità.

Cariboni group, oltre alle unità produttive italiane di Osnago (LC) e Rovereto (TN), è presente nel mondo con la sua diretta filiale Cariboni Lite France e con una serie di intermediari commerciali capillarmente distribuiti.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l’esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoAcconsento